Gli analfabeti del 21° secolo non saranno coloro che non sanno leggere e scrivere, ma coloro che non sanno imparare, disimparare e reimparare.”
A. Toffler

Il Mondo dell’Animazione è tanto giudicato quanto amato.
Giudicato da chi non lo conosce.
Amato da chi ne fa parte.
E come può essere possibile?

Molte persone credono che questo lavoro non richieda competenze particolari. In realta non è così.

Perchè la formazione è importante anche nel mondo dell’animazione?

Se rovini l’intrattenimento ad un matrimonio ad esempio, chi ridarà agli sposi il loro giorno?
Se rovini la Festa di Compleanno ad un bambino, come ti potrai sentire a vederlo infelice?

L’esperienza si fa sul campo e su questo siamo d’accordo; c’è differenza però,
tra essere “buttati” all’interno di una situazione senza sapere nulla ed entrare
a far parte di una realtà di cui già si conoscono le basi.

“E’ ciò che pensiamo già di sapere che ci impedisce di imparare cose nuove”
Claude Bernard

 

Perchè formarsi? Tanto per fare l’animatore basta essere uno scemo!

In risposta a questa affermazione, ti propongo di seguito alcuni dei

Dubbi e problemi più comuni

e ti chiedo di rispondere con un commento sotto se sapresti gestirli!

  • Cosa fai se un bambino si fa male durante il baby club?
  • Come ti comporti se un ospite si lamenta della struttura turistica di cui fai parte?
  • Come gestisci una litigata, uno scontro tra i tuoi compagni di equipe?

Ora però potresti dirmi che queste sono problematiche più particolari, allora vediamo

alcuni dei problemi concreti più comuni da una mancata formazione:

  • Quale attività è più giusta da far fare a questa fascia d’età?
    Tenendo conto i rischi correlati al gioco che propongo e al fatto che non a tutti potrà piacere.
  • Che sketch di cabaret facciamo sta sera?
  • Come si organizza un torneo? Come prendo le iscrizioni?
  • C’è una logica con la quale si propongono i balli? Devo seguire qualche scaletta?
  • Com’è strutturata una serata? Una festa?

Questi sono tutti dubbi e domande più che leciti per chi non conosce il mestiere, ma sono tutte
perplessità a cui gli animatori devono aver ricevuto risposta prima di una Festa o di una Stagione
Turistica.

E come puoi sapere queste cose se nessuno te le spiega?

Sappi però, che devi davvero essere
disposto a metterti in gioco e a credere in te stesso!
Perchè puoi partecipare a centinaia di corsi di formazione, ma se non sei realmente motivato e
se li fai tanto per farli allora ti dico già che non ti serviranno a niente!

Nessuno nasce imparato, ricordatelo.
E chi è dall’altra parte non dev’essere lì per giudicarti, quindi nonostante le paure, vivitela.

Prima di darti qualche consiglio concreto su come affrontare al meglio e nella maniera più utile
per te un corso di formazione, ti racconto la mia storia..

 

Il mio primo Corso di Formazione nel mondo dell’Animazione

Le mie sensazioni prima del corso?
La mattina ero terrorizzata.
Avevo un sacco d’ansia e paura di non essere all’altezza, di fare una brutta figura, di sentirmi fuori luogo.

Continuavo a pensare “Chi me lo fa fare?”, però decisi che ormai era tardi per tirarmi indietro,
quindi presi coraggio e andai al luogo del corso.

Una volta arrivata c’erano un’altra decina di ragazze e ragazzi apparentemente tranquilli.
Saluto in maniera imbarazzata, sforzandomi però di far vedere di essere tranquilla e sicura, e mi siedo
in ultima fila cercando di non dare nell’occhio.

Alcune persone sembravano completamente a loro agio, ridevano, scherzavano, facevano
un sacco di battute, mostravano mille talenti che possedevano e si comportavano già
come tanti piccoli Fiorello della situazione!

E a questo punto, altra paranoia:
Sto facendo un corso per diventare animatrice,
dovrei fare anch’io mille battute e mostrarmi super spavalda?”

Per fortuna decido di rimanere seduta al mio posto e aspettare l’inizio del corso.

La mattina ci parlano dell’azienda, delle regole di comunicazione e ci fanno entrare un pò in questo mondo.
Dopo la parte teorica andiamo tutti a pranzo.

Nel primo pomeriggio si riprende e il titolare ci dice: “Bene ragazzi, adesso è il vostro turno”

PANICO.

Ognuno deve presentarsi e dire delle aspettative riguardo la giornata e riguardo il futuro.
Come chiunque, anch’io detestavo questi esercizi.

Quando hanno fatto il mio nome pensavo di sprofondare.
Non avevo mai preso in mano un microfono e l’idea di usarlo, con persone super preparate davanti, mi terrorizzava.
In maniera davvero impacciata, sforzandomi di far vedere che in realtà ero tranquillissima (poco raggiunto questo intento)
inizio a presentarmi e a dire due tre cose.

Finita la presentazione pensai “che figuraccia”, alcune persone addirittura avevano riso!
Forse per pena o compassione, comunque di sicuro non perché fossi stata simpatica.

L’insicurezza è compagna in quasi tutte le situazioni di novità, il “non sentirsi capace”
è assolutamente normale e comprensibile all’inizio di un percorso.

La cosa che ti fa contraddistinguere però e che fortunatamente mi ha sempre contraddistinta,
è la voglia di mettersi in gioco, l’impegno e la dedizione.

Ed è proprio grazie al connubio di questi tre ingredienti che a fine giornata mi hanno detto:
“Sei pronta per il tuo primo evento-prova?”

 

Ok Patrizia, ci hai raccontato la tua storia molto bene, ma io che sono all’inizio come posso
fare per affrontare al meglio il mio corso? Hai qualche consiglio concreto per me?

Utilizza ogni cosa che fai per TE, per una Tua Crescita e per un Tuo Bagaglio!

Ecco i 4 Consigli Concreti per affrontare il tuo corso di formazione nella maniera più utile per te!

  1. Be Positive!
    Devi sapere, o forse già lo saprai, che gran parte di quello che ci accade e dei risultati che
    otteniamo li guida il nostro cervello. Più sei negativo, più ti svaluti e credi di non farcela
    più ti porrai in maniera sbagliata rispetto alle situazioni e non ne ricaverai nulla di buono!
    Il pensiero positivo aiuta sempre e ti assicuro che vedrai i miglioramenti anche tu!
  2. Mettiti in gioco
    Spogliati di tutte le tue paranoie, di tutte le tue insicurezze e mettiti in gioco al 100%!
    Solo così potrai capire se questo mondo fa per te e se tu sei fatto per questo mondo!
  3. Lasciati guidare
    Le persone che sono dall’altra parte stanno investendo su di te perchè diventerai una risorsa per loro,
    quindi vogliono di sicuro il tuo bene!
    Quindi segui quello che ti dicono, fidati e affidati a loro,
    mantenendo sempre la tua identità, ma datti la possibilità di crescere!
  4. Credi in te stesso!
    Il più grande nemico di te stesso sei tu.
    Tu sei il veicolo e il limite della tua persona. Credi in te,
    nelle tue capacità,
    nel tuo impegno, nella tua tenacia
    e vedrai che affronterai tutto alla grande!

 

Se hai voglia di metterti in gioco e di seguire i miei consigli,
vai su www.formazioneanimatori.it e Diventa Il Regista della Tua Vita!

 

Prendete in mano la vostra vita e fatene un autentico e personale capolavoro.”
Papa Giovanni Paolo II

Se hai trovato utile questo articolo metti un like e commenta qui sotto!

 

Pat

 

Commenti