Effetti negativi di un’equipe di animazione inesperta

Quali sono gli effetti negativi nell'avere un'equipe di animazione non esperta?

In questo appuntamento vi racconterò quali possono essere i rischi e le conseguenza nel non avere, nella propria equipe, animatori con una certa esperienza nel campo. Ma partiamo subito con il primo effetto!

  • Clienti che nel corso della loro vacanza non si divertono

Nel corso delle mie prime stagioni da Capo animatore mi ritrovavo dopo alcune settimane sempre nella stessa situazione: gli animatori alla loro prima esperienza erano stanchi e sfiniti, non riuscivano a reggere i ritmi, durante le loro giornate, più che animatori sembravano dei prigionieri di guerra.

Vedevo i loro volti stremati, non sorridevano, non erano energici e per far partire un’attività impiegavano le ore.

Il loro atteggiamento, non coinvolgeva e non divertiva gli ospiti, mettendo in grande difficoltà il lavoro di ogni singolo comparto. Ogni qualvolta mi assentavo nascevano i problemi e le lamentele degli ospiti non tardavano ad arrivare in direzione. Questo presupponeva costantemente la mia presenza attiva durante tutta la giornata, impedendomi di impiegare il mio tempo nell’organizzazione e di ricoprire a pieno il mio ruolo da responsabile.

Le stagioni in cui ero circondato soltanto da animatori inesperti furono le meno gratificanti e le più difficili da affrontare e portare al termine. Avere un’equipe composta da animatori esperti non solo può essere un valido supporto per il capo animatore ma anche per i ragazzi giovani e alle prime armi.

  • Non partecipano alle attività proposte e agli spettacoli serali.

Saprai molto bene che quando c’è poca partecipazione alle attività e agli spettacoli proposti da un’equipe di animazione le cause principali sono:

  1. Scarso contatto degli animatori durante la giornata;
  2. Poca Empatia, Incapacità o difficoltà di coinvolgere gli ospiti alle attività proposte;
  3. Scarsa Qualità degli spettacoli;
  4. Insicurezza e inesperienza degli animatori a stare sul palco;

Ciò oltre a determinare la scarsa partecipazione degli ospiti alle attività proposte e agli spettacoli, impedisce alla struttura di far incassare il bar; in questo caso il danno economico è doppio.

  • Incapacità di gestire al meglio le proprie energie

Nei primi anni da capo animatore sognavo di realizzare spettacoli, montare nuovi sketch e sorprendere il pubblico con format originali e coinvolgenti che potessero ricordare gli show televisivi. Tuttavia i miei sogni dovevano fare i conti con la realtà...

I miei animatori (tutti inesperti) durante le prove serali, quasi sempre, li trovavo addormentati dietro le quinte o sule sedie. Dopo i primi tentavi in cui invano mi arrabbiavo chiedendogli di rimanere svegli, decisi di arrendermi rinunciando definitivamente a ciò che avevo sempre desiderato, consapevole che quel sogno era soltanto il mio…

L’incapacità di gestire al meglio le proprie energie è senza dubbio uno dei limiti che più riscontriamo negli animatori giovani e inesperti, i quali ignorano quanto sia fondamentale nella prima parte della stagione sfruttare ogni momento di pausa per ricaricarsi evitando di chiacchierare con i propri colleghi fino a notte fonda o uscendo dalla struttura dopo una giornata intera di lavoro per rientrare all’alba. Questo è uno degli errori più comuni che tantissimi animatori inesperti commettono, mettendo in seria difficoltà il lavoro di un’intera organizzazione.

  • Animatori non professionali che trattano gli ospiti come amici…

In più di un’occasione nel corso delle stagioni, mi sono ritrovato in situazioni in cui gli ospiti venivano a conoscenza di fatti e/o considerazioni riservate che sarebbero dovute rimanere all’interno dell’equipe.

Come ad esempio quella volta in cui un ospite mi disse che non era dignitoso e umano far dormire un animatore poche ore a notte, oppure far alloggiare 4 animatori nella stessa camera.

Inoltre gli ospiti, spesso, venivano a conoscenza di relazioni di coppia tra animatori e animatori e staff…

Lasciami dire che l’animatore che si confida apertamente con l’ospite, lamentandosi, trattandolo da amico e che agisce inconsapevolmente senza preoccuparsi di dove si trova e di ciò che gli ospiti possano vedere e pensare, oltre a mettere in grossa difficoltà la sua equipe e l’azienda di animazione per la quale lavora, potrebbe arrecare numerosi danni alla struttura.

Per queste ed altre mille ragioni è indispensabile che i ragazzi inesperti siano collocati in equipe, con almeno il 60% di animatori esperti in modo da poter essere sostenuti e aiutati, evitando così di commettere errori che rischierebbero di danneggiare il lavoro di un’intera organizzazione.

Nel prossimo articolo, ti racconterò come questi ragazzi possono essere formati e valorizzati nel corso delle loro prime esperienze. In questo modo saranno in grado di tirare fuori a pieno il loro potenziale non rappresentando più un peso ma dimostrandosi delle validissime e preziosissime risorse per la propria Equipe.


La guida con gli effetti negativi che possono causare alla tua struttura animatori inesperti e senza un tutor

Nell’articolo precedente ti ho parlato della storia di una direttrice e di come lei sia riuscita, attraverso la sua esperienza, ad individuare l’esperienza o meno di un animatore.

Se non lo hai ancora letto clicca qui.

Ora è arrivato il momento di illustrati la guida che racchiude una serie di effetti negativi con le relative cause che gli animatori inesperti, e senza un tutor che li supporti, possono causare alla tua struttura.

Per farlo ho deciso di condividere con te alcuni aneddoti della mia carriera da animatore e da responsabile.

Aneddoti che mi hanno aperto gli occhi e mi hanno fatto rendere conto quanto sia indispensabile per i ragazzi, giovani e inesperti, avere un tutor che li metta in salvo da tutti i pericoli che, inevitabilmente, incontrano alla loro prima esperienza.

In questo settore soprattutto, non c’è molto tempo a disposizione per imparare il lavoro da animatore e abituarsi ai ritmi intensi della stagione.

La maggior parte delle equipe partono a giugno e dopo poche settimane si ritrovano catapultate nel periodo clou della stagione in cui è richiesta prontezza, velocità e resistenza; caratteristiche che spesso purtroppo mancano a quelli inesperti.

In queste storie ti racconterò una serie di comportamenti che molto spesso ho ritrovato negli animatori inesperti e quanto, questi, abbiano non solo messo in difficoltà il mio lavoro e quello delle strutture nelle quali lavoravo, ma anche quello di aver causato una serie di effetti negativi.

Clicca qui per la guida.


Come riconoscere un animatore di valore e con esperienza

Accade spesso che talune Aziende di Animazione “furbette” (sperando che le strutture non se ne accorgano), facciano passare esperti molti giovani animatori, anche quando non lo sono, commettendo un gravissimo errore.

Questo perché chi è nel mondo del turismo, come i direttori, i responsabili e i proprietari di strutture turistiche, essendo abituati ad offrire alla propria clientela il servizio di animazione, impiegano poco tempo a riconoscere la preparazione di un’equipe e l’esperienza di ogni singolo elemento.

Voglio raccontarvi la storia di una direttrice che, con la sua esperienza, è riuscita negli anni ad individuare la differenza tra i comportamenti di Animatori Esperti e quelli alle prime armi.

La direttrice in questione gestisce una struttura turistica ubicata nella meravigliosa Puglia che, prima di affidarsi a noi, aveva collaborato con 4 aziende di animazione che, tutte (nessuna esclusa) le avevano fornito animatori senza esperienza.

Ricordo ancora il nostro primo incontro.

Dal suo tono di voce si percepiva lo sconforto e il nervosismo che provava nel non essere mai riuscita ad individuare un’Azienda seria e affidabile che potesse fornirle Animatori di Valore e con Esperienza.

Tuttavia negli anni, attraverso una serie di atteggiamenti che gli animatori assumevano, ha imparato a capire in poco tempo quale e quanta esperienza avessero maturato nel settore.

Ed è proprio un momento così importante come quello dell’accoglienza che le ha fatto comprendere le abilità che contraddistinguono gli animatori di Valore e con esperienza. Quando l’ospite arriva in struttura sanno già perfettamente come approcciare. Hanno sempre il sorriso stampato in fronte nonostante passino ore e ore in piedi, sotto il sole cocente e carichi di valige da portare fino alle camere.  Con prontezza danno le risposte giuste, consapevoli di quanto sia fondamentale in alcuni momenti della giornata il loro apporto.

Mi ha raccontato l'episodio di una famiglia giunta alla struttura, dopo un lungo viaggio, con una grande stanchezza. Mentre la reception era impegnatissima a fare i check-in e il resto del personale a sistemare la loro stanza la famiglia è stata lasciata a se stessa.

Gli animatori presenti anziché accogliere gli ospiti, magari accompagnandoli in un tour per fargli conoscere la struttura, o invitandoli ad andare in spiaggia per rilassarsi un po’ erano rimasti in disparte insicuri e incapaci non solo di fornire le prime informazioni agli ospiti ma anche di instaurare semplici conversazioni.

Questo atteggiamento ha sicuramente aumentato lo stress e la tensione degli ospiti e ha richiesto un investimento di impegno e attenzione della direzione  per risollevare la situazione riportare il tutto a un buon livello di soddisfazione dell'ospite.

I giovani quasi sempre inesperti - mi raccontava - hanno quasi sempre un atteggiamento in comune: rimangono impalati perché impauriti dal contesto, non avendo la benché minima idea di cosa fare e come adoperarsi per rendersi utili.

Da quel giorno, ho iniziato a notare con ancora più attenzione l’atteggiamento degli animatori proprio come quella direttrice ed è anche grazie a lei e a tutti i direttori e responsabili delle strutture con i quali ho collaborato in questi anni che ho imparato ad osservare ancora più attentamente questo straordinario lavoro.

Gli effetti negativi, che immagino tu conosca, puoi trovarli su questo articolo.

Ho preparato per te una guida, utile da sfogliare, nella quale ho voluto elencare una serie di effetti negativi che un’equipe di animazione, composta da animatori inesperti e senza un tutor, può causare alla tua struttura.

Se anche tu hai da raccontarci un aneddoto, un episodio che ti ha fatto capire l’esperienza o meno di un animatore, puoi scrivercelo inviandoci una mail a info@creatoridisorrisi.net

Sarà un piacere condividerli e discuterli assieme.


Ecco perché gli animatori vengono mandati “allo sbaraglio” nelle strutture turistiche

Nell’ultimo decennio, con la fortissima richiesta di un servizio come quello dell’animazione, è aumentato il numero di animatori molto giovani e inesperti che vengono mandati “allo sbaraglio” dalle aziende di animazione nelle strutture turistiche.

Questi ragazzi alle prime armi spesso risultano totalmente incapaci di adempiere ai doveri dell’animatore arrecando, alle strutture turistiche, svariati danni.

Ma perché accade questo? E quali sono i criteri di selezione adottati dalle aziende di animazione per fornire personale alle strutture turistiche?

In Italia, i modelli adottati per reclutare personale vanno dai più disparati.

In questo post ci concentreremo su quello, purtroppo, più diffuso e dannoso utilizzato da alcune “pseudo-aziende” di animazione per le strutture turistiche: potremmo sintetizzarlo nel cosidetto “Modello alla Carlona”:

Nel “Modello alla Carlona” sono raccolte tutte quelle “pseudo-aziende” che reclutano personale attraverso delle chiamate telefoniche di breve durata, con il solo intento di capire le disponibilità dei candidati e collocarli nelle strutture turistiche, senza un minimo di formazione e/o partecipazione ad un corso.

Il “Modello alla Carlona” fa risparmiare tempo e soldi alle “pseudo aziende” prive di una struttura organizzativa e personale competente nello svolgere il lavoro di reclutamento.

Qualora fossi interessato a conoscere il corretto iter di selezione del personale che le aziende di animazione utilizzano per garantirsi e garantirti un’equipe di animazione con esperienza vai su questo articolo.

In questo modo avrai uno degli strumenti più importanti per scegliere un’azienda che possa offrirti il meglio senza dover più rischiare di perdere la tua clientela.


4 idee per rendere il tuo San Valentino indimenticabile

Ogni anno te la cavi portando fuori a cena la tua ragazza vero? E quest’anno?

Non ti preoccupare! Siamo qui apposta per darti 4 Consigli su come stupire la tua fidanzata e rendere il vostro San Valentino indimenticabile!

  1. Personalizza il suo regalo!
    Non c’è cosa più bella di sapere che il regalo è stato fatto apposta per te.
    Puoi optare per i suoi fiori preferiti, per un album con le vostre foto con una dedica oppure se ti sembrano idee banali... potremmo avere la soluzione giusta per te: un regalo con un’incisione creata apposta per la tua fidanzataCrea al 26, ha creato questi fantastici calici personalizzati che sono un regalo davvero bello! Clicca qui per vedere i lavori di Lorella e se ti piaceranno senza impegno ti farà una consulenza per trovare insieme il regalo perfetto!
  2. Fai sentire la tua dolce metà speciale 
    Una bella cenetta, cucinata con amore con le tue manine (o acquistata da asporto se proprio sei negato) la farà sognare. E poi si sa, un buon piatto, un buon bicchiere di vino e il tutto prenderà un’atmosfera davvero fantastica.
  3. Stupisci 
    L’effetto WOW. Immaginiamo insieme: una stanza, luci soffuse, qualche candela e dei palloncini rossi ad elio che volano nella stanza. Un piccolo tocco che renderà unica l’atmosfera e lascerà senza fiato la tua ragazza.
    I palloncini sono una soluzione perfetta, clicca qui per avere delle idee.
  4. Emoziona 
    Come rendere il tutto ancora più speciale? Attacca ai palloncini la stampa di alcune vostre foto, i momenti più belli (come puoi vedere qui). Farai emozionare e sentire davvero amata la tua ragazza.

Quindi ricapitolando, cosa devi fare per rendere il tuo San Valentino memorabile?

  •  Acquista un regalo unico e personalizzato
  • Cucina una bella cenetta con le tue mani
  • Candele, palloncini ad elio e luci soffuse
  • Appendi le vostre foto ai palloncini creando un ambiente pazzesco
    Ps: se vuoi i palloncini e le foto puoi pensare di metterli in stanza

In un anno così particolare, dove l’unione rappresenta la volontà e l’ostacolo, scegliere di dedicare una serata alla tua lei in tutto e per tutto la farà sentire speciale e amata. Non scegliere la scusa del “è tutto chiuso causa covid” e invece approfitta per organizzare una serata all’insegna del romanticismo. 

Hai trovato utili questi consigli per il tuo San Valentino? Vuoi altre idee?

Guarda il sito della nostra sede di Treviso e scegli l’allestimento che fa per te, un regalo unico e sorprendente!


Naturalmente insieme! Calendario dell'avvento

Il calendario dell'avvento mostra i giorni rimanenti fino alla vigilia di Natale. Si tratta di un'usanza molto diffusa nei paesi di lingua tedesca, dedicata ai bambini per accompagnare il periodo di attesa prima della grande festa.

Oggi, le nostre amiche Cristina e Chiara hanno pensato di proporci questo bellissimo calendario a partire dalla creazione di 24 piccole tessere. Per ogni immagine c’è una copia così che ,una volta arrivati al 25, si possono togliere le tessere e le stesse si possono trasformare in un’attività da fare insieme: giocare a memory.

Ogni giorno invece di ricevere un regalo, come di solito è previsto per i calendari dell’avvento, i bambini scriveranno dietro ogni tesserina un momento trascorso insieme durante la giornata, ad esempio:

  • ho ascoltato una canzone;
  • ho guardato un cartone;
  • ho giocato insieme a..;
  • ho cantato, ho ballato...;

Suggeriamo di scrivere un momento trascorso insieme che ha suscitato una particolare emozione!

In allegato trovi il file da scaricare con le tessere da stampare. Dopo averle stampate tutto quello che ti serve è un po’ di spago, del nastro adesivo (magari decorato) e delle mollette per appendere le tue tesserine alla parete. Disponi le tessere a forma di albero ed ecco pronto il nostro speciale calendario dell’avvento! Naturalmente, insieme!

tessere per calendario


Divertirsi nel 2019: la Cena con Delitto!

La cena con delitto è il nostro nuovo format esclusivo per le feste targate 2019.
Se hai intenzione di organizzare una festa ma non vuoi vedere tutti i ragazzi con lo smartphone in mano…

Fai divertire i tuoi ospiti come si deve con la nostra Cena con Delitto!

Quando avevamo 18/20 anni noi era abbastanza diverso..
Ti ricordi le sale feste con i ragazzi che chiedevano alle ragazze di ballare o il loro impaccio quando provavano a parlare con te? Avessero avuto la chat di Facebook o di Instagram sarebbe stato tutto più facile forse, ma meno bello non credi?

Una cosa è certa: le generazioni sono cambiate.

Continuamente sento dire "Se le nuove generazioni sono sempre attaccate al telefono è per colpa dei genitori!"

E' "per colpa" dei genitori?

Certo che come la facciamo la sbagliamo! Se usa spesso il telefono è colpa tua perché glielo hai comprato, se non glielo compri però è totalmente fuori dalla società. Come si fa?!

Il ruolo del genitore è ancora più difficile nell'era dei social.
Che poi "social" letteralmente significa "sociale" ma di sociale non vedo proprio così tanto.

Bisognerebbe riuscire ad essere bilanciati, mettendo delle regole e cercando di spingere comunque i ragazzi, quando possibile, alla convivialità, lasciando un po da parte social e Whatsapp.

Comunicare con i propri figli è un problema.

Una delle fasce d'età più complesse da gestire sono sicuramente quella che va dai 14 ai 17 anni.
Sono nel pieno dell'adolescenza.
Con le superiori si sentono dentro al mondo degli adulti senza rendersi conto di essere ancora bambini.

Ogni cosa diventa un problema: fanno fatica ad accettare i consigli perché li prendono come una critica, credono di sapere già tutto, vogliono bruciare le tappe e si sentono spesso trattati da "bimbi".

Fare i genitori soprattutto a quest'età non è  facile.

Un altro grande problema è: cosa facciamo al compleanno?

Sicuramente lascerei da parte palloncini e truccabimbi che anche se in cuor di mamma ci piacerebbe poterli richiedere ancora ormai sono belli che andati. Vediamo alcune idee:

  • Cinema?
    Potrebbe essere, ma a vedere che cosa? E se non dovesse piacere a tutti? Rischiamo di escludere qualcuno, quindi eviterei.
  • Festa in discoteca?
    Fiumi di alcool e puzza di sigarette li lascerei ai 18 compiuti.
  • Pizza fuori? Cena fuori?
    Organizzare una cena potrebbe essere una bella idea, un giusto compromesso.
    Anche se, siamo sicuri che non passerebbero tutta la serata attaccati al telefono su Instagram?

"Se ci fosse qualcuno che pensasse all'intrattenimento...

qualcuno che in maniera giovanile, scherzosa si occupasse di animare la serata senza esagerare tipo matrimonio e nemmeno senza minimizzare.

Si ma chi chiamo? E cosa gli fanno fare?

Noi, Creatori di Sorrisi.net, abbiamo pensato ad una soluzione per te e per tutte le mamme che come noi non sanno più che pesci pigliare!

UN NUOVO FORMAT ESCLUSIVO adattato per l'età 14-17:

la "Cena con Delitto!"

Che cos'è la Cena con Delitto?

E' una cena-spettacolo tra amici immersa nel giallo nella quale bisogna risolvere un mistero.

Perché la Cena con Delitto è adatta a quest'età:

  • Potrai organizzarla comodamente a casa, in taverna o dove hai lo spazio con il minimo sforzo.
  • Otterrai un sacco di adesioni;
    Un format così, che non fa praticamente nessuno, sicuramente invoglierà i ragazzi a partecipare
  • E' un tipo di serata che va bene per qualsiasi età!
    Se a tuo/a figlio/a andasse bene potresti pensare di estendere l'invito anche ai famigliari.
  • Elimina l'utilizzo del telefono!
    Per una serata intera i ragazzi non utilizzeranno il telefono e torneranno alla convivialità di un tempo.
    Per risolvere il mistero dovranno cooperare e confrontarsi divertendosi in compagnia!

Come funziona il format?

Durante la cena verrà spiegato un caso di omicidio o un caso da risolvere.
I ragazzi, in maniera divertente e non spaventosa, dovranno provare a capire cos'è successo.

Qual è il suo scopo?

Lo scopo della Cena con Delitto è quello di far conoscere ed unire le persone.
Infatti, anche se non tutti gli invitati si conoscono grazie a questo gioco potranno parlarsi sconfiggendo l'imbarazzo iniziale.

Con una Festa del genere farai sicuramente centro perché:

  • Gli invitati saranno felici e coinvolti;
  • Tuo/a figlio/a si sentirà il/la protagonista della festa;
  • Tu potrai goderti la serata in totale tranquillità;
  • L'utilizzo del cellulare sarà ridotto a zero!

Ora chiama il numero 346 632 7708 o scrivi una mail a chieti@creatoridisorrisi.net per avere più informazioni a riguardo e più dettagli.

Oppure clicca qui e chiedi un Preventivo gratuito e senza impegno.

Che aspetti? Gli Specialisti dell'Intrattenimento sono qui per te!


Natale: Ecco come attirare più clienti nel tuo negozio!

Natale: luci, acquisti, regali... E tu? Hai già pensato a come attirare più clienti nel tuo negozio? I fatturati, con le giuste strategie, in questi giorni possono davvero schizzare alle stelle.
Oggi voglio farti capire l'importanza di investire in questo periodo.

Oggi voglio farti capire l'importanza di investire in questo periodo.

Sai quanto spendono gli italiani in media a Natale?

Nel 2017 il sito della Confesercenti Nazionale ha mostrato i dati delle spese medie d'acquisto a persona per i regali di Natale, e indovina un pò?

Ogni italiano spende per i regali di Natale 307,00 euro a persona!

Inoltre, sempre grazie ai dati della Confesercenti, sappiamo che ogni italiano fa in media dai 7 agli 8 regali a persona.

Nonostante la crisi che ha colpito e continua a colpire la nostra penisola e nonostante i cali in tanti settori d'acquisto, gli italiani non rinunciano alla magia dei pacchetti sotto all'albero di Natale.
Proprio per questo si è registrato un aumento di acquisto di regali dello 0,7% rispetto al 2016!!

I numeri sono positivi e il prossimo Natale è alle porte, quindi mi sorge spontanea una domanda:

Cosa stai facendo per attirare la gente nel tuo negozio o nel tuo centro commerciale nel periodo Natalizio?

Secondo i dati Istat  il fatturato del mese di dicembre 2017 è aumentato del 6,9% rispetto al 2016.

Tutti questi dati ci fanno rendere conto di una cosa:

non investire sul periodo di Natale sarebbe una follia!

Cosa puoi fare per attirare vecchi e nuovi clienti?

Una delle soluzioni più efficaci per far venire clienti all'interno della tua attività è sicuramente quella di stimolarli secondo un loro torna-conto. Per aiutarti ho creato questa piccola guida appositamente per te.

Quattro consigli facilmente applicabili per raddoppiare i tuoi fatturati:

Considera che un consiglio non esclude l'altro, puoi anche pensare di farli tutti!

  1. Sconto del 20-30% si può fare?

    Studia delle promozioni sui prodotti o servizi che hai venduto di più per stimolare al'acquisto.
    E' nell'indole dell'italiano medio provare a risparmiare quindi di sicuro avrai dei bei risultati!

  2. Il tuo cliente ha appena fatto un acquisto nel tuo negozio? Fagli un regalo anche tu!

    Un'altra proposta è quella di prevedere dei piccoli pacchetti regalo, magari contenenti anche dei buoni sconto, da consegnare al cliente una volta acquistato un prodotto o un servizio così da fargli assaporare ancora di più l'atmosfera natalizia e farlo sentire speciale.

  3. Anche l'occhio vuole la sua parte :)

    Può sembrare che non abbia importanza ma il vero Natale lo fanno anche l'ambiente e l'atmosfera che riesci a ricreare agli occhi del tuo potenziale cliente.

    Allestimenti di palloncini, babbi natali giganti, casette natalizie, renne... più riesci ad essere originale e meno banale più potrai invogliare le persone ad entrare da te. Ti assicuro che non è dispendioso come pensi!

  4. Dai al tuo cliente una Motivazione Forte per venire da Te!

Come dicevo anche prima devi provare quanto più a metterti nei panni del tuo cliente. Che sia esso un padre di famiglia, una mamma, una ragazza giovane o un anziano.
Pensa a delle situazioni che potrebbero metterlo in uno stato d'animo di serenità.
Saprai infatti meglio di me che più sono rilassati e più sono propensi all'acquisto.

Ti riporto di seguito qualche esempio:
- Per le famiglie: Prevedi un intrattenimento per i bambini!
Darai la possibilità ai genitori di acquistare senza la fretta del bambino che si annoia, che vuole andare via e che non si diverte.

- Per i ragazzi: Dj set, buffet, qualcosa legato ai social!
Invitali ad un aperitivo con buona musica e magari prepara, oltre ad un buffet, un foto booth per scattare una foto, taggare il tuo locale e caricarla sui social !

Mi rendo conto che magari non hai dei clienti solo di un tipo, quindi non nego che potrebbe diventare difficile capire che evento fare e a chi rivolgersi.

Immagino che ti sorgeranno spontanee alcune domande:

"Ma come faccio a sapere qual è l'evento giusto per la mia attività?"

oppure "Si, ma tutto questo quanto mi viene a costare?"

A noi piace parlare di numeri e se hai qualche curiosità puoi scrivere una mail a ... chiedendo informazioni sugli eventi di Natale, taggando questo articolo. Oppure ti basterà cliccare qui e farti un'idea di quelle che possono essere le soluzioni per te.

L'idea di mettere mano al portafoglio dopo l'acconto dell'IVA di novembre può far male, lo so.
Non bisogna necessariamente spendere tanti soldi: con qualche accorgimento il tuo Natale potrà davvero dare una svolta al rendimento economico del tuo negozio.

Se non sai da dove iniziare, se ti piacerebbe farlo ma hai paura di spendere soldi in cose sbagliate fermati un attimo e pensa:

"Qual è il target a cui mi rivolgo? Che evento funziona meglio? Qual è la strategia migliore? Come potrei ottenere il maggiore ritorno di investimento? "

Se tutto questo ti spaventa rivolgiti agli specialisti di questo settore.

Per avere ulteriori informazioni clicca qui per accedere al nostro sito e chiederci un preventivo gratuito.
Noi, Creatori di Sorrisi . net ci occupiamo di eventi da 25 anni: insieme a te capiremo le reali esigenze della tua attività e troveremo la miglior soluzione cucita su misura!

Non avere paura di investire. Pensa in grande.  Il momento di guadagnare è adesso!


Perchè non scegliere un'animazione da 70 euro?

Banksy è un artista e writer inglese, considerato uno dei maggiori esponenti della street art, la cui vera identità rimane ancora sconosciuta.
Nelle ultime settimane ti sarà capitato di leggere spesso il suo nome nei telegiornali, negli articoli sul web;

Perchè la storia di Bansky ci permette di capire da chi diffidare?

Una delle sue opere più famose, "Balloon Girl" è stata parzialmente autodistrutta subito dopo essere venduta all'asta.
Il quadro era stato venduto e presentato come una delle opere rivoluzionarie dell'arte moderna che subito dopo ha lasciato di stucco tutte le persone presenti e soprattutto il suo acquirente.

Con questo fatto mi è venuta in mente una riflessione:

quante volte, anche a te, ti è capitato di acquistare per poi non essere soddisfatto del risultato finale?

Come madre di famiglia l'economia in casa sicuramente sarà in parte gestita da te ed ogni spesa, com'è giusto che sia, dev'essere ben considerata e pesata prima di farla.

Con il passare degli anni sempre più avrai capito da chi diffidare e su chi invece puntare per le spese importanti come prodotti per la casa, auto, finanziamenti per acquistare dei beni, assicurazioni...

La maggior parte delle persone per l'acquisto di beni o servizi primari non hanno dubbi su chi rivolgersi sapendo di ottenere il risultato richiesto.
E' per i servizi secondari che spesso si hanno ancora dubbi.

Come fai a sapere a chi rivolgerti?

Sono sicura che come mamma ogni anno, quando si avvicina il compleanno di tuo figlio vorresti rendergli quel giorno più magico possibile.
E sono altrettanto sicura che con tutti gli impegni, il lavoro, la gestione della casa  trovare il tempo per organizzare una festa come si deve diventa davvero complicato.

Nel settore dell'intrattenimento è pieno di ragazzi/e che si improvvisano animatori/organizzatori e si vendono a 70/80 euro.

Riuscire quindi a capire a chi affidarsi non è per niente facile e le fregature sono sempre dietro l'angolo.

Cosa rischi affidandoti a dei ragazzi freelance improvvisati?

  • Se trovano qualche evento dove li pagano di più, ti lasciano a piedi;
  • I materiali utilizzati potrebbero non essere di buona qualità (rischiando così di provocare ad esempio allergie con il truccabimbi);
  • I giochi potrebbero essere banali rischiando di non coinvolgere tutti i bambini;
  • Quasi sicuramente non saranno assicurati, quindi se qualcuno si dovesse far male tu non avresti alcuna garanzia.

Ti ritroveresti quindi ad aver speso comunque dei soldi per un servizio medio basso.
Rischiando così anche tu che la tua festa faccia la fine del quadro di Bansky, sgretolata.

Un giorno all'anno tuo figlio deve avere il top.
Allora puoi scegliere di organizzare tu una festa, sapendo che quella giornata te la godrai solo in parte.
O puoi scegliere di affidarti ad un'azienda che fa questo come lavoro con delle garanzie serie.

Si, ma dove la trovo un'azienda seria?

Cliccando qui hai la possibilità di farti un'idea sui costi, benefici e proposte che noi, Creatori di Sorrisi.net, azienda di animazione presente da 20 anni sul mercato e leader nel settore degli eventi, possiamo farti.
Gratuitamente sarai contattata e senza impegno potrai valutare tu se continuare ad aspettare la fregatura o se vivere quel Giorno a cuor leggero.

Ti è già capitata qualche esperienza negativa?

Commenta qui sotto e raccontacela, la aggiungeremo alla lista infinita che già abbiamo e sarà materiale utile per il prossimo nostro articolo! ;)


Faccio l'università: come posso lavorare?

Nel 2015 le statistiche dell’ISTAT riguardo gli universitari lavoratori segnalavano un grande calo delle unità:
infatti gli studenti che frequentano l'università e lavorano erano scesi, in poco più di dieci anni, del 51%.

Molto probabilmente, tu, come tanti altri non lavori perchè altrimenti rischi di: finire fuori corso.

Iscriverti all’università è una scelta che ti cambia la vita

Quello che non ti hanno mai detto è che la vita cambia da subito:
orari diversi, la pressione delle scadenze, nuovi amici e nuova routine.

 

Di solito ci si divide in due macro categorie: i fuori sede e i pendolari.
Voglio concentrarmi sui fuori sede.

La vita da universitari è costosa vero?

Fin da subito ci si accorge della grande spesa che c’è dietro al proprio sostentamento.
Nei casi in cui i propri genitori non riescano ad aiutarci economicamente ci si rende immediatamente conto dell’impossibilità di poter spendere,
specialmente durante le rare volte fuori sessione che potresti anche aver tempo per uscire di casa.
Libri, tasse, affitto, abbonamento mezzi e chi più ne ha ne metta!

 

Hai mai pensato di cercarti un lavoro?

Quasi sicuramente starai pensando "si cosa credi che non ci avevo pensato, ma guarda questa..."!
Lavorare e studiare non è facile:
tantissimi ragazzi e ragazze che partecipano attivamente alla propria vita universitaria faticano
a trovare il tempo e le energie per portare avanti due carriere contemporaneamente.
Se ti propongono un orario full time come fai con lo studio e con le lezioni?

E' un bel problema, perchè avere qualche soldo in tasca guadagnato da te da non dover chiedere ai tuoi genitori farebbe comodo no?

Lavorare durante l’università aiuta maggiormente a trovare quella autonomia graduale che dovrebbe aiutarci ad uscire dalla comfort zone genitoriale, nonché a iniziare a comprendere come gestire nel concreto la nostra vita.

L'animazione come soluzione

Fermo ! Non prendere sotto gamba questa soluzione e prova ad ascoltarmi:

  1. Hai bisogno di un lavoro con orari flessibili, giusto?

La flessibilità ti aiuta a rendere meglio in entrambi i campi, senza lasciare indietro lo studio.
Fare l’animatore significa lavorare nei giorni e nei momenti in cui ti viene richiesto,
dopo aver concordato la propria disponibilità a seconda del periodo che si sta passando.

Ti trovi nel bel mezzo della sessione d’esami?
Puoi chiedere di non essere impiegato negli eventi senza che questo abbia conseguenze negative nella vostra situazione lavorativa.

 

2. Hai bisogno di prendere delle pause dallo studio,
divertendoti e facendo qualcosa che non ti faccia pensare agli esami dell'università?

Ogni evento è diverso. Hai sempre l'opportunità di conoscere gente nuova, realtà diverse dalla tua. E poi la base è una sola: il Divertimento,
se non ti diverti tu in prima persona, come si possono divertire gli altri?

Guadagnarsi da vivere, o comunque riuscire a coprire almeno parte delle proprie spese in autonomia, aiuta sempre più a trovare i propri spazi, affina i propri gusti e le proprie capacità decisionali.

 

Fare l’animatore è un lavoro dinamico, per giovani.
Richiede idee e voglia di divertirsi e divertire.

 

Ti sembra fuori portata?
La timidezza o l’inesperienza fanno pensare che non si possa essere adatti a fare un lavoro del genere.
Niente di più falso: come la maggioranza degli impieghi è una cosa che si apprende,
e noi, Creatori di Sorrisi.net, offriamo una formazione passo passo che ti permette
fin da subito di essere in grado di portare a termine degli eventi.

Il lato umano e quello emotivo, poi, sono tra gli aspetti principali di questa esperienza:
la coesione che si crea tra i gruppi di lavoro, anche a livello interregionale,
e la gioia che si crea nelle persone che partecipano agli eventi diventa quasi tangibile.

Le varie proposte lavorative che potete trovare da noi permettono di crearsi una carriera diversificata:

cosa intendo?

Clicca qui e scopri come fare per avere più informazioni!

 

Ps: Se vuoi scoprire come guadagnare davvero con il divertimento,
leggi quest'articolo e scegli di diventare il Regista della tua Vita, anche in senso economico ;)